Ubuntu Touch

Vi ho parlato diverse volte del PinePhone qui su LFFL, mi riferisco allo smartphone Linux low-cost prodotto da Pine64, aggiornandovi sul binomio PinePhoneUbuntu Touch. Il team di UBports, guidato da Marius Gripsgard, è da tempo al lavoro per migliorare l’integrazione tra l’OS e il device. Come sapete Ubuntu Touch è la diretta continuazione del progetto di Canonical e si basa su Ubuntu 16.04 LTS.

Sono molti i team di sviluppo

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Il mercato degli smartphone è comandato da Android e da iOS, creature rispettivamente di Google ed Apple. Microsoft ha fallito nel tentativo di impossessarsi di una fetta di questo mercato (Windows Phone non è più in sviluppo da tempo) e allo stesso mopdo Canonical ha deciso di abbandonare il progetto Ubuntu Touch, che è ora portato avanti dai ragazzi di UBports. Il market share degli smartphone con a bordo Linux è

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Durante il FOSDEM, evento aperto a tutti gli sviluppatori software che si tiene annualmente a Bruxelles, Pine64 ha mostrato le cover rigide per il suo PinePhone. Le cover sono state presentate in un packaging ben fatto e regalate a coloro che si sono presentati all’evento con un PinePhone in tasca. Le prime spedizioni della Brave Heart edition sono partite da quasi tre settimane e diversi early-adopters stanno testando il telefono. Vi

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Le spedizioni del PinePhone Brave Heart edition, il tanto chiacchierato smartphone Linux low-cost, sono partite da un paio di settimane. Molti early-adopters sono in cerca del miglior sistema operativo disponibile sul mercato da installare sul Pinephone perchè, come sapete, Pine64 ha deciso di venderlo senza un OS pre-installato di default. Sarà presente solo un’immagine di test (basata su postmarketOS) che consente di eseguire dei test per verificare il buon funzionamento del

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

UBports ha pubblicato un progress report per aggiornare la community circa gli ultimi sviluppi di Ubuntu Touch. Questa settimana l’ospite speciale per il Q&A è stato Jörg Wurzer, fondatore di Hallo Welt Systeme UG, la compagnia che sta sviluppando Volla Phone.

Il Volla phone è uno smartphone privacy-focused che si appoggerà a Nemo Mobile, sistema operativo basato su Android. Sarà però possibile installare come OS anche Ubuntu Touch perchè Marius Gripsgard e

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Gli sviluppatori di UBports hanno annunciato che Canonical gli ha donato alcuni device (Ubuntu Phones e tablet) per facilitare lo sviluppo di Ubuntu touch. Canonical, come sapete, ha smesso di sviluppare il sistema operativo mobile e il progetto è oraportato avanti dal team di Marius Gripsgård.

Non è la prima volta che l’azienda guidata da Mark Shuttleworth decide di donare dei dispositivi ad UBports. La donazione, stavolta, consiste in due dozzine di

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Il PinePhone smartphone Linux sviluppato da Pine64, sarà pre-ordinabile a partire dal prossimo 15 novembre e lo sviluppatore di KDE Bhushan Shah ha pubblicato su Twitter una foto dello smartphone con a bordo KDE Plasma Mobile. Ecco il suo tweet:

KDE Plasma Mobile è, ad oggi, poco più di un’interfaccia grafica open-source sviluppata

Leggi il contenuto originale su Lffl.org


(Segue Italiano)

???? Last october I attended Ubucon Europe 2019, at Sintra in Portugal. Still need some time to gather the right words to explain how well I felt standing there with Ubuntu mates, and how many different good talks I saw.
Meanwhile, you can take a look at the video of my talk, where I speak about my running story: how I began running, why I still run, and why (almost) everybody can

Leggi il contenuto originale su Dario Cavedon (iced)

UBports ha annunciato l’arrivo delle prime immagini ISO di Ubuntu Touch compatibili con device ARM a 64-bit. Ubuntu Touch ha sempre lavorato a 32-bit nonostante la maggior parte degli Ubuntu Phone compatibili operi a 64-bit.
Disporre di immagini ARM a 64 bit è molto più utile di quanto si pensasse e non solo per dispositivi con più di 4 GB di RAM. Operando a 64 bit è possibile avviare le app più

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Marius Gripsgard ha annunciato su Twitter che l’installer di Ubuntu Touch supporta ora più dispositivi Ubuntu Phone rispetto al recente passato. Le new entry sono il OnePlus 3, il OnePlus 3T e il Sony Xperia X.

Come sapete Ubuntu Touch viene sviluppato dai ragazzi di UBports dopo il forfait di Canonical. Gli aggiornamenti avvengono mediante OTA (Over-the-Air), l’ultima rilasciata è l’OTA-11.

UBports sta già lavorando alla OTA-12 dell’OS che dovrebbe arrivare entro fine

Leggi il contenuto originale su Lffl.org