software

The GNOME Project ha rilasciato la beta 2 di GNOME 3.32.

GNOME 3.32 beta 2 arriva due settimane dopo la beta 1 per permettere agli early adopters di scovare quanti più bug posibile prima della Release Candidate (che arriverà il 6 Marzo) e della final release, attesa per il 13 Marzo. D’ora in avanti il codice è in String Freeze: non saranno aggiunte nuove funzionalità ma ci si concentrerà solo sul bug

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Public Money, Public Code

Denaro pubblico, codice pubblico

Un concetto talmente banale che non dovrebbe nemmeno essere spiegato, ma, come sappiamo, la realtà è molto complicata.

Sintetizzando il pensiero in maniera molto semplice: visto che è il pubblico a pagare le tasse che finanziano lo sviluppo, allora il pubblico dovrebbe poter accedere al codice del software che, seppure indirettamente, ha pagato.

La Free Software Foundation europea ha creato a questo scopo il sito https://publiccode.eu/ che

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

The Document Foundation,rispettando la tabella di marcia, ha rilasciato oggi LibreOffice 6.2. Si tratta di una major release che introduce diverse migliorie e alcune nuove funzionalità. LO 6.2 è il secondo grosso aggiornamento per LibreOffice 6 dopo LibreOffice 6.1 ed è in sviluppo da oltre sei mesi.

LibreOffice 6.2: what’s new?

LibreOffice 6.2 vanta una nuova interfaccia chiamata NotebookBar che si basa sul concept MUFFIN. La nuova UI è opzionale, non è obbligatorio usarla

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Intenso il lavoro dei developers su GNOME 3.32. Nelle scorse settimane vi ho informato circa l’arrivo di una versione rinnovata del tema Adwaita e di una nuova app per lo screencast over Wi-Fi (chiamata Screencaster). Non è tutto: a partire dalla prossima release, GNOME 3.32, gli utenti avranno maggior controllo sulle applicazioni installate.

Un nuovo ‘Applications‘ panel è stato infatti introdotto dagli sviluppatori, in modo da offrire maggior controllo sulle app che

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Disponibile Mozilla Thunderbird 60.5: gli sviluppatori hanno sistemato alcune vulnerabilità critiche.

Gli sviluppatori di Thunderbird sono al lavoro per migliorare il client e-mail. Le principali novità che arriveranno nella prossima major release riguardano la UI, che sarà ridefinita in modo da rendere Thunderbird più bello e funzionale, l’arrivo del multi-processo e l’uso delle notifiche native del sistema operativo.

Da qualche giorno è stato rilasciato Mozilla Thunderbird 60.5, maintenance release che introduce qualche novità

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Kodi è un software open source, un tempo noto come XBMC (Xbox Media Center), che ha consentito di trasformare la prima console Xbox in un media center. Il software è stato successivamente sviluppato ed ottimizzato per l’utilizzo su tutte le piattaforme, da Linux a Windows passando per OS X, senza dimenticare i sistemi operativi per gli smartphone quali iOS e Android. Da pochi giorni è disponibile Kodi 18, vediamo tutte le

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Lo sviluppatore GNOME Benjamin Berg ha annunciato di essere al lavoro su GNOME Screencaster. Si tratta di un’app pensata per GNOME che consentirà lo screencast over Wi‑Fi. Il supporto a Miracast non è dei migliori ad oggi a causa dei codecs H.264 o H.265.

Si, certo, potete usare app come VLC per lo streaming verso Chromecast ma l’implementazione di Miracast non è delle migliori… Berg vuole qualcosa di meglio.

GNOME Screencaster

Miracast è l’equivalente

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Mozilla ha annunciato Firefox 65 per Linux, Android, Windows e mac OS. L’edizione sessantacinque del browser, che arriva un mese e mezzo dopo Firefox 64, è incentrata sulla privacy degli utenti.

E’ ora possibile vedere come i siti tracciano gli utenti, inserendo i tracker in una lista richiamabile cliccando sulla “i” che precede l’indirizzo del sito sulla barra di navigazione. E’ poi possibile configurare le restrizioni secondo i profili “Normale”, “Restrittivo” e

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Il team di sviluppatori dietro al Desktop Environment LXQt ha da poche ore rilasciato LXQt 0.14. Si tratta di una maintenance update abbastanza corposa.

LXQt sta per “the Lightweight Qt Desktop Environment”, ed è un fork dell’ormai superato LXDE (Lightweight X11 Desktop Environment). La principale differenza tra LXDE e LXQt è che il primo è ancora basato su GTK+ 2 (e per ora non è previsto un passaggio a GTK3 +) mentre

Leggi il contenuto originale su Lffl.org