Sicurezza

In questa mini guida vi mostro come procedere per configurare il servizio di DNS over TLS su Fedora 32. Questa tecnologia permette di cifrare le query mandate dal vostro pc al server DNS. Ecco le istruzioni da seguire sulla distribuzione upstream di Red Hat.

DNS, rendiamo la comunicazione sicura

DoT, acronimo di DNS over TLS, è un protocollo di sicurezza che permette di cifrare le queries verso, e le risposte da, i server

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Come iniziare bene la settimana! Oggi partiamo con del sano ottimismo (sì, sono sarcastico) parlando dei router, quei fantastici apparecchietti che ci vengono (generalmente) forniti dal nostro ISP (Internet Service Provider) e che colleghiamo per poi dimenticarcene fino a quando non abbiamo problemi di rete (o quando cambiamo operatore). Alcuni ricercatori del Fraunhofer Institute in… Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

I software open source e, in particolare, i problemi relativi alla sicurezza informatica, sono sempre più oggetto di studio. Da una collaborazione nata tra Linux Foundation ed Harvard, è emersa un’indagine statistica per comprendere come i programmatori stiano affrontando i problemi relativi alla sicurezza.

Open source: Linux Foundation e Harvard proattive per la sicurezza

La diffusione del software open source, ed in particolare di Linux, è notevole. Se escludiamo l’ambito puramente Desktop, si

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom


Image by Pete Linforth from Pixabay

Facebook ha aiutato l'FBI a rintracciare un pericoloso pedofilo che agiva indisturbato sul web forte dell'anonimato garantito da Tails, e lo ha fatto commissionando ad una società di terze parti un exploit in grado di sfruttare una vulnerabilità di Tails.

Stando a quanto riportato da Vice, per anni Facebook ha rintracciato un sospettato che aveva usato il famoso social network per estorcere foto e video di nudo

Leggi il contenuto originale su Marco's Box

Se il vostro fruttivendolo di fiducia, amico da una vita, vi dicesse che una delle patch che avete sviluppato è oltremodo stupida, scrollereste sicuramente le spalle: a ciascuno il suo, pensereste, senza preoccuparvi del giudizio espresso da parte di qualcuno che fa un lavoro totalmente diverso dal vostro. Ed avreste ragione. Ora, provate a pensarvi… Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Systemback creazione iso superiore a 4 Giga Quando si usa systemback per la clonazione del proprio sistema in modalità live ed installabile, se la dimensione è inferiore ai 4 giga, il programma da la possibilità di convertirlo in .iso, mentre se è superiore c’è solo la possibilità di scriverlo direttamente su una pen drive. A … Leggi tutto "Systemback creazione iso superiore a 4 Giga"

The post Systemback creazione iso superiore a

Leggi il contenuto originale su Edmond's Weblog

In questo articolo vi ho parlato della nuova versione di OpenBSD. A pochi giorni di distanza, lo stesso team di sviluppo ha pubblicato le note di rilascio legate alla nuova versione di OpenSSH, e ha annunciato l’addio del supporto per l’algoritmo di crittografia SHA-1.

OpenSSH: a breve l’addio a SHA-1

OpenSSH è un diffusissimo strumento di connettività, che permette l’accesso a un server remoto, sfruttando il protocollo SSH. È stato realizzato con un’attenzione

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Onedrive su Debian 10 con rclone Guida su come connettere il proprio account OneDrive, da linea di comando, utilizzando rclone. Installazione di rclone: $ sudo apt install rclone fuse Configurazione: $ rclone config output: edmond@edmondbox:~$ rclone config 2020/05/25 18:25:55 NOTICE: Config file "/home/edmond/.config/rclone/rclone.conf" not found - using defaults No remotes found - make a new … Leggi tutto "Onedrive su Debian 10 con rclone"

The post Onedrive su Debian 10 con rclone

Leggi il contenuto originale su Edmond's Weblog

La falla consente a un utente malintenzionato di forzare qualsiasi DNS resolver ricorsivo a inviare un numero elevato di query (Distributed denial-of-service) al server DNS autorevole della vittima. L’aspetto che viene sfruttato è la delega glueless, dove un glue record corrisponde agli indirizzi IP di un name server (ossia un DNS server).Petr Špa?ek scrive ul … Continua a leggere

Leggi il contenuto originale su GNU/Linux – valent

Nuovo data breach chiamato db8151dd

by admin on

Misteriosa violazione dei dati chiamata “db8151dd”: esposti indirizzi di posta elettronica, indirizzo postale, pagine social e referenze di lavoro di 22 milioni di persone, ma nessuno sa esattamente da dove provengano i record.

La violazione, come afferma il ricercatore Troy Hunt, gli è stata divulgata a febbraio e nei dati raccolti illecitamente ci sono le informazioni private di oltre 22 milioni di persone. Questi dati sono stati archiviati su un server accessibile (altro…)