openstack

La stesura di questo articolo era stata abbandonata, mi sembrava inutile voler sottolineare l’ovvio, pensavo che il mio continuo vedere pubblicità ed articoli comparativi fosse meramente una questione di cattiva attitudine personale, ma diciamo pure avversione, verso OpenStack, maturata nel corso di anni di sofferenza pratica diretta sul campo. Invece recentemente ho dovuto realizzare come…
Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

A quanti hanno letto sabato l’ultimo Saturday’s Talks dedicato ad OpenStack questo articolo non potrà che sembrare la perfetta quadratura del cerchio. In quella sede affermavo come Mirantis, dopo l’uscita di scena da parte di SUSE, rimanesse l’ultimo player realmente attivo OpenStack alternativo a Red Hat e Canonical sul mercato. Ma questo era prima di… Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

C’è stato un momento della mia vita in cui ho creduto fortemente ad OpenStack. A partire dal 2015 ho lavorato al progetto per tre anni e mezzo continuativamente (precisamente alla CI e più precisamente al comparto high availability della CI creando il progetto tripleo-ha-utils), mi sono certificato come Red Hat OpenStack Certified Administrator e ho… Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

La diciannovesima release di OpenStack, battezzata Stein, è stata pubblicata lo scorso 10 di aprile, qualche giorno dopo ne approfittiamo per fare un punto su quello che è lo stato del progetto che doveva rivoluzionare internet e che oggi, 10 anni dopo, pare invece già mostrare i segni del tempo.

Ha ancora senso leggere nell’annuncio di release frasi come:

Download OpenStack Stein and learn more about features and enhancements.

Scarica ora OpenStack Stein ed

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!


Sin dagli albori della sua fondazione, il progetto OpenStack ha visto nel summit semestrale il momento ideale per raggruppare tutti i membri della vastissima community all’interno di un unico evento nel quale è sempre stato possibile suggerire, proporre ed annunciare i percorsi intrapresi e da intraprendere.

Per un certo periodo di tempo al Summit principale è stato addirittura aggiunto un evento parallelo, chiamato PTG , Project Teams Gatherings, dedicato unicamente agli sviluppatori,

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Nel corso dell’OpenStack Summit in corso Berlino, Jonathan Bryce, l’Executive Director del progetto ha spiegato come questo sarà l’ultimo Summit con questa denominazione e verrà rimpiazzato dall’Open Infrastructure Summit.

Come racconta ZDNet la motivazione va ben al di là del nome. Le evoluzioni del progetto lo rendono infatti abile a coprire lo spettro completo di esigenze cloud e, pertanto, limitarsi al solo ambito IaaS (Infrastructure As A Service) è ormai limitante. Basti pensare

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Non si sono ancora placati gli echi della polemica innescata dal patron di Canonical al Vancouver Summit. Shuttleworth aveva direttamente attaccato Red Hat e VMWare di fatto sfidandole nell’affermare quanto Ubuntu fosse meglio in tutti gli ambiti di competenza.

Ebbene, stando a quanto racconta ZDNet, il papà di Ubuntu è tornato a parlare delineando e descrivendo ciò che sarà il futuro della sua azienda e del suo sistema principe, Ubuntu. Si parte

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Con il Summit 2018 di Vancouver alle spalle è tempo di bilanci per il progetto OpenStack che, chiariamolo subito, gode di ottima salute. All’interno del primo keynote tenuto da Mark Collier, Chief Operating Officer della OpenStack Foundation, lo si è sentito chiaramente: OpenStack sta bene e soprattutto viene oggi utilizzato per ambiti molto distanti da quelli originariamente previsti.

Progetti accademici, ambiti di ricerca, vendita online ed e-commerce, finanza, salute, industria… OpenStack è

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

È un Mark Shuttleworth parecchio aggressivo quello che si è presentato all’OpenStack Summit 2018 di Vancouver in questi giorni. Durante il keynote che lo ha visto protagonista, il CEO di Canonical ha aperto così:

Mission is to remove all the friction from deploying OpenStack. We can deliver OpenStack deployments with two people in less two weeks anywhere in the world.

L’obbiettivo è eliminare tutte le difficoltà nell’adozione di OpenStack. Possiamo realizzare deployment di

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

La scorsa settimana si è svolto a Dublino il Project Teams Gathering (PTG) del progetto OpenStack, l’incontro semestrale dedicato agli sviluppatori necessario ad impostare il lavoro per la prossima release del progetto che si chiamerà Rocky. I lavori sono stati piuttosto problematici a causa delle avverse condizioni metereologiche (tra voli cancellati ed impraticabilità delle strade), ma ciò non ha impedito al progetto, così come in ogni PTG, di annunciare ufficialmente l’uscita

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!