gnu

Gli sviluppatori GNU contro Richard Stallman: pare assurdo ma è proprio così. Dopo essere stato costretto a dimettersi dalla Free Software Foundation e dal laboratorio CSAIL (Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory) del MIT il guru dell’open source è ancora sotto attacco. Da qualche giorno, sul sito ufficiale del progetto, è infatti comparso un comunicato firmato da ben 27 devs nei quali Stallman viene di fatto detronizzato e allontanato. Gli sviluppatori ritengono che

Leggi il contenuto originale su Lffl.org


Non c'è pace per il povero Richard Stallman. Dopo esser stato costretto a dare le dimissioni dalla presidenza e dal consiglio della Free Software Foundation nonché dai suoi incarichi presso il CSAIL dell'MIT ora si trova nuovamente sotto attacco, questa volta da parte degli sviluppatori del Progetto GNU.

Un gruppo di manutentori e sviluppatori del Progetto GNU ha infatti pubblicato uno dichiarazione congiunta nella quale, dopo una piccola sviolinata iniziale, ha calato

Leggi il contenuto originale su Marco's Box

Come abbiamo raccontato recentemente, Richard Stallman ha rassegnato le dimissioni da membro del laboratorio CSAIL (Computer Science and Artifical Intelligence) presso il MIT e dalla figura di presidente della Free Software Foundation – l’organizzazione no-profit che proprio lui aveva fondato a metà degli anni ’80. La FSF, la cui missione è quella di promuovere il… Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

All’indomani dell’annuncio di Torvalds di prendersi del tempo per migliorare il proprio comportamento, la presentazione del Codice di Condotta ha generato delle critiche soprattutto perché ritenuto troppo rigido, con previsto un qualche meccanismo di giudizio e punizione per la sua infrazione. Non a caso, le prime patch presentate riguardavano proprio l’individuazione di un organo giudicante appropriato, invece del proposto comitato tecnico che, francamente, ha un’altra funzione.

Richard Stallman, fondatore del progetto GNU e genitore

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Una volta GPL, per sempre GPL. Lo conferma Richard Stallman, capo della Free Software Foundation e fondatore del progetto GNU, nel commentare

 

There have been claims made by many people, including journalists, that if any kernel developers are penalised under the new code of conduct for the kernel project — which was put in place when Linux creator Linus Torvalds decided to take a breakto fix his behavioural issues — then they would ask for their

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

L’init è il processo principale del sistema, che si preoccupa di lanciare e monitorare tutti gli altri processi. Storicamente il più diffuso è SysV, derivato dall’init di Unix, ma da qualche anno systemd è diventato de facto lo standard, presente – e scelto come riferimento – da tutte le distribuzioni più comuni.

La limitazione maggiore dei sistemi basati su SysV è la gerarchia dei processi, ovvero la possibilità di poter definire delle dipendenze tra

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Il sistema operativo GNU è composto da una serie di programmi, ognuno dei quali svolge un compito preciso. Questi programmi base sono stati perfezionati ormai da tempo: dato che squadra che vince non si cambia, raramente vengono modificati (se non per bug di sicurezza). Uno di questi programmi, della categoria delle utility, è time, che visualizza il tempo di esecuzione di un altro programma.
Piccola nota: se usate la shell BASH (99% dei

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

A seguito di una recente intervista al fondatore della Free Software Foundation, Richard Stallman, da parte di Bryan Landuke, riguardante la questione DRM, è riemerso un articolo di Psychology Today che descrive la missione di Stallman per "salvarci da una rete di spyware... e da noi stessi".

Secondo Stallman, nel momento in cui si utilizza del software proprietario, si perde il controllo del proprio computer e di conseguenza della propria identità digitale. Denunciando

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Sembrava chiusa con le "scuse" da parte dei nuovi responsabili del progetto la vicenda relativa all'uscita di Libreboot dal progetto GNU, ma un nuovo capitolo si aggiunge a questa lunga storia.

Infatti con un annuncio pubblico Alyssa Rosenzweig ha formalizzato la richiesta di rientrare nel progetto GNU.

Nella lettera originale il tema era stato toccato abbastanza esplicitamente:

Should Libreboot rejoin GNU?

Libreboot dovrebbe rientrare in GNU?

Ebbene, la risposta, raggiunta democraticamente in seno al progetto, è stata .

Infatti la comunione

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

NTFS-3G è un tool che permette ai sistemi Linux di leggere e scrivere sulle partizioni con il file system della casa di Redmond. Una volta scaricato questo driver, attraverso qualunque gestore di pacchetti, sarà possibile accedere per esempio alla partizione su cui gira Windows. Puntuali come un orologio svizzero gli sviluppatori hanno fornito un aggiornamento stabile. Il rilascio avviene annualmente, sempre attorno al mese di Marzo. Molte le novità, piuttosto succulente.

NTFS-3G 2017.3.28:

Leggi il contenuto originale su Lffl.org