debian

In questa breve guida vi mostro come eseguire il downgrade di un’app / package ad una versione specifica. Vi è mai capitato di aggiornare un’app e incorrere in problemi? Incompatibilità, crash, bug… “Cavolo, non dovevo aggiornare!“. Tornare alla versione precedente non è difficile, vediamo come procedere usando apt su Ubuntu, Linux Mint o Debian (e derivate).

Ovviamente il package verso il quale volete effettuare il downgrade deve essere disponibile nei repository altrimenti

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Era solamente la scorsa settimana quando vi raccontavamo della vulnerabilità relativa ad apt, il package managed di tutte le distribuzioni Debian e derivate, scoperta e risolta in tempi brevissimi ed oggi siamo a parlare di una nuova vulnerabilità, stavolta relativa ad un altro package manager (PEAR) relativo ad un altro ambito (il linguaggio di programmazione PHP), che è ancora allo studio.

Il tutto è nato con questo thread Twitter:

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Il 22 gennaio scorso, ossia tre giorni fa, Max Justicz ha pubblicato un interessante articolo nel quale mostra come sia possibile ottenere i privilegi di utente root per eseguire codice arbitrario mediante l’utilizzo del tool apt.

apt è il comando standard attraverso il quale, letteralmente da decenni, è possibile installare programmi su sistemi Debian e derivati (quindi Ubuntu, Mint e via dicendo). Ebbene, Justicz ha identificato una falla attraverso la quale è

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Era Ottobre dello scorso anno quando MongoDB Inc. ha annunciato il passaggio alla licenza Server Side Public License (SSPL) creando un certo disappunto nella community.

MongoDB è un database NoSQL open-source estremamente popolare tra le compagnie che offrono servizi cloud, tra cui AWS ed IBM Cloud, che sono riuscite a trarre profitto dall’utilizzo sulle proprie piattaforme di questo database; il tutto, però, a scapito di MongoDB Inc. che di certo non ha

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

In questo articolo vediamo come scoprire tutti i pacchetti installati, aggiornati o rimossi dal vostro sistema. La guida, che si basa sull’uso della command line, è valida per Ubuntu, Linux Mint e Debian (e probabilmente per la maggior parte delle derivate).

L’obiettivo è accedere alla storia del vostro sistema, ovvero alla lista dei pacchetti DEB che avete installato / aggiornato / rimosso, compresa la data in cui l’avete fatto. Per farlo su

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Il tema "futurePrototype" realizzato da Alex Makas è stato selezionato come tema di default per Debian 10 "Buster".


Il tema è risultato il vincitore fra le undici proposte pervenute al team di sviluppo a seguito della chiamata a contribuire.

Il tema andrà a personalizzare lo sfondo, la schermata di login, la schermata di Grub 2, la schermata di boot e la schermata di Plymouth oltre che tutto i banner e le cover dei CD.

Via

Leggi il contenuto originale su Marco's Box

Kubernetes è uno strumento di gestione (orchestrazione) di container che consente l’amministrazione di gruppi di container dislocati anche su più server. Esistono tecnologie simili a Kubernetes, ma esso è diventato un riferimento di mercato e uno dei prodotti meglio documentati e semplici da utilizzare. Kubernetes si avvale di Docker, e per questo motivo, prima di installare Kubernetes è conveniente installare Docker CE (Community Edition). La distribuzione GNU/Linux scelta per questo tutorial

Leggi il contenuto originale su linux – valent

Ci risiamo.

Dopo il sed 's/f-word/hug/g' nel codice del Kernel di qualche tempo fa e dopo la diatriba che va avanti da anni sull’abbandonare o meno i termini master/slave perché associati allo schiavismo e di conseguenza offensivi, oggi è il turno degli amici di Debian che non ci fanno mancare una piccola dose di puritanesimo 2.0.

Il team anti-harassement ha pubblicato una nota nella quale accenna alla rimozione di un pacchetto “inappropriato”:

We were requested

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Quando installate un display manager su una distribuzione GNU/Linux vi viene richiesto di scegliere quale preferite impostare di default. Se però poi cambiate idea? Vediamo in questa semplice guida per neofiti come modificare questa scelta e cambiare il display manager impostato.

Il display manager (anche noto col nome ‘login manager’) è un software che gestice il login dell’utente e i graphical display servers. Vediamo in breve come cambiare display manager, ad esempio

Leggi il contenuto originale su Lffl.org