Canonical, inversione a U: continuerà il supporto per le app a 32-bit

Lo scorso 19 giugno, in questo articolo, vi annunciavo il definitivo abbandono del supporto per le architetture i386 (a 32-bit) da parte di Ubuntu 19.10 e dei suoi successori. La decisione presa da Canonical, come vi ho raccontato Domenica, ha scatenato un mezzo putiferio. Steam ha annunciato che non avrebbe più supportato le nuove versioni […]

L’articolo Canonical, inversione a U: continuerà il supporto per le app a 32-bit sembra essere il primo su Lffl.org.

Continue reading

Steam abbandona Ubuntu 19.10: Canonical fa marcia indietro sui 32 bit?

Lo scorso 19 giugno, in questo articolo, vi annunciavo il definitivo abbandono del supporto per le architetture i386 (a 32 bit) da parte di Ubuntu 19.10 e dei suoi successori. Questo significa che non ci saranno più builds, packages, librerie, tool o software compatibili con sistemi a 32-bit. Ciò vale anche per i flavours ufficiali […]

L’articolo Steam abbandona Ubuntu 19.10: Canonical fa marcia indietro sui 32 bit? sembra essere il primo su Lffl.org.

Continue reading

Ubuntu: confermato il totale abbandono del supporto per i sistemi a 32 bit

Attraverso una mailing list ufficiale gli sviluppatori di Ubuntu hanno confermato la decisione di interrompere definitivamente il supporto per i386. A partire da Ubuntu 19.10 (Eoan Ermine) non saranno più compilati i pacchetti per x86 a 32 bit. Questo significa che non ci saranno più builds, packages, librerie, tool o software compatibile con sistemi a […]

L’articolo Ubuntu: confermato il totale abbandono del supporto per i sistemi a 32 bit sembra essere il primo su Lffl.org.

Continue reading

Ubuntu: pronto un altro aggiornamento del firmware per le falle MDS

Canonical ha rilasciato un firmware aggiornato per tutte le release di Ubuntu supportate con l’obiettivo di mitigare le falle MDS (Microarchitectural Data Sampling) per alcune CPU di Intel. A metà maggio Intel ha pubblicato i dettagli riguardanti quattro nuove vulnerabilità scoperte da alcuni ricercatori. Tali falle affliggono diverse CPU dell’azienda che ha prontamente rilasciato un […]

L’articolo Ubuntu: pronto un altro aggiornamento del firmware per le falle MDS sembra essere il primo su Lffl.org.

Continue reading

Shuttleworth: ecco perché Linux su Desktop ha fallito

È un Mark Shuttleworth in gran spolvero quello che ha parlato con i ragazzi di tfir.io all’interno di un’intervista della quale vi riportiamo il video in fondo a questo articolo. Principale focus del video l’immancabile questione desktop. Alla domanda specifica sul perché Linux abbia fallito in questo ambito le parole del fondatore di Canonical e papà di Ubuntu sono state chiarissime: I think the bigger challenge has been that we haven’t invented anything in the Linux desktop that was like deeply, powerfully ahead of its time.Penso che non abbiamo inventato nulla nel desktop Linux che fosse profondamente e potentemente avanti sui tempi. Continuando come in questo senso l’approccio sia stato da sempre deleterio nel cercare di replicare (o copiare) qualcosa di già esistente piuttosto che creare qualcosa di nuovo. Tutto questo ha portato ad una frammentazione generale fatta di fork e prodotti mezzo riusciti. La chiosa finale sull’argomento è poi particolare: It seems the desktop Linux people want to be angry at something. We wanted to do amazing things with Unity but the community won’t let us do it, so here we are.Sembra che gli utilizzatori del desktop Linux vogliano per forza essere arrabbiati verso qualcosa. Volevamo fare cose spettacolari […]

Continue reading

Intel MDS, nuove falle nelle CPU: pronti gli aggiornamenti per Ubuntu

Nelle scorse ore sono emersi alcuni dettagli circa un nuovo gruppo di vulnerabilità che affligge le CPU Intel. Sto parlando del Microarchitectural Data Sampling (MDS), quattro tecniche legate alla famosa esecuzione speculativa che è alla base delle falle note come Meltdown&Spectre e alle relative varianti. Meltdown e Spectre per chi non lo ricordasse sono i […]

L’articolo Intel MDS, nuove falle nelle CPU: pronti gli aggiornamenti per Ubuntu sembra essere il primo su Lffl.org.

Continue reading

Un bug di snapd da accesso root ai sistemi Canonical

Un paio di giorni fa vi abbiamo messo in guarda per un grave bug in runC, la runtime di Docker; se avete corso e patchato il vostro sistema avete fatto un ottimo lavoro, ma se siete utenti delle diverse distribuzioni Canonical che utilizzano snapd (Ubuntu in primis) non potete ancora tirare un sospiro di sollievo. Già perchè proprio in questi giorni Chris Moberly, ricercatore nell’ambito della sicurezza, ha scoperto un bug, battezzato “Dirty_Sock” (calzino sporco [nda]) che seppur affligga prevalentemente i sistemi Canonical, in realtà colpisce tutti i sistemi Linux che utilizzano il demone snapd. Gli Snap, di cui abbiamo già parlato in articoli passati, sono applicazioni distribuite in pacchetti che contengono tutte le librerie, i file e gli eseguibili necessari all’esecuzione di quella specifica applicazione, rendendoli quindi autosufficienti e funzionanti anche senza dover direttamente installare nel sistema tutte le dipendenze necessarie. Il bug, rilasciato in ben due versioni dirty_sockv1 e dirty_sockv2, permette tramite l’uso di diverse metodologie, di fare privilege escalation, permettendo quindi al contenuto del pacchetto, tipicamente eseguito come utente normale, di eseguire comandi con l’utente root, l’amministratore di sistema. E, come ben sappiamo, quando qualcosa esegue senza la nostra esplicita conferma comandi come root, il sistema è […]

Continue reading