Btrfs

Fedora 33 è da pochissimo sbarcata ufficialmente nel mercato delle distribuzioni GNU/Linux, e qui su LFFL potete trovare il nostro articolo con tutte le principali novità. Oggi vi parlerò delle prime modifiche da apportare al sistema per rendere la distribuzione pronta all’uso.

Fedora 33: aggiornare il sistema ed aggiungere i repository RPM fusion

In questo articolo prenderò come riferimento Fedora Workstation 33 con ambiente desktop GNOME, la versione che viene scaricata di default

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom


Il team di Fedora si prepara ad approntare un importante cambiamento: Btrfs sostituirà ext4 come file system predefinito in Fedora 33 per le varianti desktop (Fedora Workstation, Fedora KDE, ecc.).

Il passaggio a Btrfs utilizzerà un layout del disco a partizione singola e la gestione dei volumi integrata di Btrfs.

Btrfs protegge i nostri dati con checksum ed esegue la verifica a ogni lettura. I dati corrotti non vengono mai forniti ai programmi e

Leggi il contenuto originale su Marco's Box

Fedora 32 è disponibile da quasi tre mesi e iniziano a emergere le prime novità riguardanti la prossima versione, Fedora 33. Ci sono infatti alcune modifiche sostanziali che rendono F33 una delle release più grosse da diverso tempo. Scopriamole insieme.

Fedora 33 sceglie Btrfs

Ve l’avevo preannunciato in questo articolo e alla fine la cosa è stata confermata. La proposta di avere Btrfs come filesystem predefinito su Fedora 33 è stata accettata. Tutte

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Fedora 32 è disponibile da un paio di mesi ormai e iniziano già i primi rumour riguardanti la prossima versione, Fedora 33. Ci sono infatti alcune modifiche che vale la pena tenere sott’occhio. Tra tutte, la proposta di avere Btrfs come filesystem predefinito (al posto di EXT4) per le varianti desktop è probabilmente la più interessante.

Così recita la proposta:

Per le installazioni su laptop e workstation di Fedora vogliamo fornire agli utenti

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Ogni tanto BTRFS fa capolino nelle discussioni su Linux, e forse per gli stessi motivi di fondo che fanno parlare di systemd: c’è una nutrita schiera di sostenitori, contrapposta ad un’altrettanto ben nutrita schiera di critici. Alcune distribuzioni, come openSUSE, sono tra i sostenitori più diretti. Altre, come Ubuntu, cercano soluzioni alternative – come ZFS…
Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Torniamo a parlare di Btrfs, il filesystem carico di promesse alla nascita e concorrente di ZFS, il Santo Graal del momento anche su Linux. Ma per prima cosa dobbiamo spiegare, per chi non lo sapesse, cosa vuol dire RAID. Con RAID (Redundant Array of Independent Disks – insieme ridondante di dischi indipendenti), i dati sono…
Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Uno dei vantaggi di Linux è sempre stata la scelta: dell’ambiente grafico, dell’init, del filesystem… Le distribuzioni, pur dando la loro preferenza (il default), hanno sempre offerto anche (almeno alcune) alternative. La scelta della propria distribuzione può dipendere anche da queste alternative offerte. Btrfs è un esempio importante: Red Hat ha già deciso di ignorarlo,…
Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Qualche volta nasce l’esigenza di Partizionare e/o Formattare qualche disco, USB, SD, ecc.. Vediamo come fare in SUSE.. Continue reading

L'articolo Partizionare e Formattare in OpenSUSE proviene da Blog di trucchisuse.

Leggi il contenuto originale su Blog di trucchisuse

Perché OpenSuse semplicemente

Prologo Qui spiego i miei motivi perché sono passato al OpenSuse invece che altri Linux, logicamente sono personali e quindi chi usa altre distribuzioni può dissentire, ma me ne frego! Per una “più completa” spiegazione, guardate qui: http://trucchisuse.altervista.org/blog/perche-opensuse/   Installazione   Anticamente installavo Windows e persino l’ostico Windows NT4 in un periodo che mettere i driver di Win lo dovevi … Continue reading

Leggi il contenuto originale su Blog di trucchisuse

Dopo il rilascio della versione 7.4 di Red Hat Enterprise Linux, sono attesi i rilasci degli aggiornamenti delle (varie) distribuzioni derivate. Una fra queste, da parecchio tempo, è la versione commerciale distribuita da Oracle sotto il nome di Unbreakable Linux, con un kernel modificato per garantire maggiore stabilità tanto da chiamarlo Oracle Unbreakable Kernel.

Visto che Oracle è un gigante dell'informatica, e che dopo l'abbandono di Solaris Unbreakable Linux diventa di fatto il sistema

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!