featured

Un nuovo attacco compromette del tutto SHA-1

by admin on

Gli utenti di GnuPG, OpenSSL e Git potrebbero essere in pericolo a causa di un attacco che può essere portato a termine con risorse piuttosto limitate e senza approfondita conoscenza.

È stato lanciato un attacco di tipo prova del concetto (proof of concept) che “completamente e praticamente” infrange la crittografia della firma del codice Secure Hash Algorithm 1 (SHA-1), utilizzata dai computer legacy per firmare i certificati che autenticano il download di (altro…)

La versione 5 di UEK, basata sul kernel 4.14 upstream, è l’attuale versione UEK che gira su Oracle Linux 7.

Linux 5.4 è l’ultima versione stabile del kernel, quella su cui si baserà UEK Release 6. E’ possibile provare l’anteprima di UEK versione 6 su Oracle Linux 7 e Oracle Linux 8 per entrambe le piattaforme supportate da OEL ossia x86_64 e aarch64.

Per esempio con Oracle Linux 8 è necessario abilitare il (altro…)

Canonical non ha pubblicato “nessun” aggiornamento di sicurezza durante le ultime festività natalizie, ma alcune correzioni critiche avrebbero dovuto essere pubblicate il prima possibile.

L’ultimo aggiornamento per la sicurezza è stato pubblicato il 18 dicembre 2019.

https://linuxsecurity.com/advisories/ubuntu

Guardando la mailing list delle modifiche di Eoan, l’ultimo aggiornamento è stato inviato venerdì 20 dicembre 2019 e poi non è più uscito nulla:

https://lists.ubuntu.com/archives/eoan-changes/2019-December/thread.html

La sicurezza non si ferma quando invii tutti i tuoi dipendenti in vacanza in (altro…)

USB 4.0 nel kernel 5.6

by admin on

USB 4.0 è stato ratificato alla fine di agosto e aumenterà in modo significativo la velocità dei dispositivi rispetto alla vecchia versione 3.2. La nuova versione è stata pensata per essere successore di USB 3 e Thunderbolt 3.
Le specifiche Thunderbolt passate al consorzio USB-IF all’inizio del 2019 hanno permesso di far convergere i due standard: USB e Thunderbolt. USB 4.0 userà il connettore USB Type-C e sarà retrocompatibile con (altro…)

ReiserFS 5, il ritorno

by admin on

C’era una volta…un file system. Questo file system si chiamava ReiserFS ed era stato ideato da Hans Reiser negli anni ’90 e aggiunto nel kernel Linux nel 2001. ReiserFS era talmente promettente che diverse distribuzioni decisero di utilizzarlo come file system predefinito tra cui SUSE Enterprise Linux 9.

ReiserFS introduceva tecnologie talmente avanzate, per l’epoca, che aveva veramente un sacco di sostenitori, ma le cose andarono male perchè Hans Reiser (altro…)

Il 27 dicembre si è conclusa la votazione sulla risoluzione generale (solo gli sviluppatori Debian hanno avuto diritto di voto) riguardo la questione del supporto di vari sistemi Init e systemd.

Qui l’esito e la descrizione del quesito: https://www.debian.org/vote/2019/vote_002

Oltre mille sviluppatori Debian hanno votato. L’opzione vincente è risultata essere: “Option 2 “B: Systemd but we support exploring alternatives” ossia SystemD ma supportiamo lo studio di alternative.

out-of-memory killer: nohang e altri

by admin on

Vi è capitato di aprire decine di schede (TAB) in Firefox o Chrome, e ad un certo punto il sistema è diventato instabile e quindi inutilizzabile? Ciò potrebbe essere stato causato dal termine dello spazio RAM disponibile.

Il problema è che il sistema inizia a killare, ossia chiudere, i processi che occupano tanta RAM, ad esempio alcune schede del browser, tuttavia il sistema rimane instabile anche dopo parecchi minuti.
Questo succede perchè le (altro…)

Calculate Linux 20

by admin on

Calculate Linux 20 è stata rilasciata oggi, 27 dicembre 2019.

Per questa nuova versione (anno), Gentoo 17.1 è stato usato come profilo di base; tutti i pacchetti binari sono stati ricompilati con GCC 9.2 e gli overlay sono stati gestiti con eselect. Calculate Linux non sarà più distribuita a 32 bit.

Sono disponibili per il download: Calculate Linux Desktop con KDE (CLD), Cinnamon (CLDC), LXQt (CLDL), Mate (CLDM) o scientific Xfce (altro…)

Rilasci dei kernel Linux per Ubuntu 18.04

by admin on

Le versioni di Ubuntu a lungo termine (LTS) permettono di ricevere aggiornamenti del kernel non sono di sicurezza ma anche di funzionalità in quanto per esempio in Ubuntu 16.04 si passò dal kernel Linux 4.4 fino alla versione 4.15. La tecnologia è lo stack HWE (Hardware Enablement) o meglio LTS Enablement Stack, così come si chiama ora.

Il motivo per cui passare al LTS Enablement Stack?
Semplice. Si beneficia di un kernel (altro…)