aggregato



Il team di deepin Linux ha pubblicato la roadmap delle prossime versioni della distro e, leggendo la lista delle novità che ci aspettano sulle prossime versioni, è possibile scorgere una interessante novità in arrivo entro la fine dell'anno.


Il 31 dicembre 2020 verrà rilasciato deepin 20.1 (versione 1010) che, oltre ad apportare miglioramenti significativi nelle performance del sistema, dall'avvio del sistema al consumo di risorse e a portere una migliore esperienza utente

Leggi il contenuto originale su Marco's Box

Da un paio di settimane sono sul mercato i nuovi MacBook di Apple basati su Apple Silicon e sul nuovo chip ARM M1. Ne abbiamo già parlato in precedenza, sottolinenando i pregi (tanti, soprattuto il layer Rosetta 2 è impressionante in termini di performance) e i difetti (risolvibili) di questa incredibile soluzione sviluppata da Apple. Anche Linus Torvalds ha dichiarato che vorrebbe uno dei nuovi MacBook ma l’assenza del supporto per

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Nella guida di oggi vi mostro come utilizzare Syncthing, un programma open source di sincronizzazione P2P dei file. Permette di sincronizzare i propri file tra due o più dispositivi, anche se posti all’interno della stessa rete LAN. Come si legge sulla pagina GitHub ufficiale del progetto, uno degli obiettivi perseguiti è quello di rendere il programma accessibile universalmente. Funziona infatti, oltre che su GNU/Linux, anche su MacOS, Windows, FreeBSD, Solaris e

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Nei giorni scorsi è stata rilasciata la nuova versione di Systemd, la 247, e come tutte le sue release, include moltissime nuove funzionalità. Una delle novità che spicca in Systemd 247, è l’utilizzo di systemd-oomd come demone per la gestione dell’out-of-memory. Al momento chi si occupa della questione è l’OOM killer che, in base ad…
Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Voyager Live 20.10

by ice00 on

Voyager Live Voyager Live è una distribuzione Linux basata su Debian (prima era Xubuntu) utilizzando il desktop environment XFCE. Include Avant Window Navigator o AWN, Conky  e più di 300 fotografie e animazioni per il desktop. Versione 20.10 Questa versione contiene: ti presento  Voyager GE 20.10 che continua l’avventura con la versione desktop 3.38 di […]

The post Voyager Live 20.10 first appeared on Blog di eeepc901.

Leggi il contenuto originale su Blog di eeepc901

Nella guida di oggi vi mostro come creare una penna USB avviabile con una distribuzione GNU/Linux usando il terminale. Non solo: vedremo anche come creare una seconda partizione cifrata persistente. L’idea è quella di creare una piccola thumb drive da portare sempre con sé, magari per la gestione dei dati che riteniamo maggiormente sensibili.

GNU/Linux: avviare il sistema operativo da USB

Avere il proprio computer e i propri dati in una penna USB

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Guix rimane un progetto molto interessante: un gestore di pacchetti indipendente, profondamente diverso dai vari apt o yum: non prende singoli comandi per installare o disinstallare pacchetti e dipendenze, ma la descrizione – in file di testo – dello stato finale desiderato di un pacchetto, o della macchina intera. Sarà Guix a scegliere operazioni e…
Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Il tanto atteso Black Friday è ormai alle spalle, ma è subito tempo di Cyber Monday. Come il Black Friday anche il Cyber Monday è una tradizione che arriva dagli USA e storicamente è il lunedì dopo la festa del Ringraziamento. Il termine è stato coniato da Ellen Davis della National Retail Federation e Scott Silverman dopo che una ricerca aveva portato alla luce un incremento delle vendite pari al 77%

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

In questa guida vi mostro come rendere total black Ubuntu. Vediamo come abilitare il tema scuro (o Dark Mode), come installare Yaru Dark per migliorare la situazione e infine una pratica estensione per il browser.

Negli ultimi anni i temi dark (e la “Dark Mode”) sono diventati sempre più di moda. La modalità dark nel, storicamente, veniva utilizata soprattutto dagli sviluppatori software. È meno stressante per gli occhi, specialmente quando si sta davanti

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Possiamo creare un sistema BSD, open source, che sia accogliente per chi è abituato ad un Mac? Qualcosa che funzioni out-of-the-box senza la necessità di perdere ore a configurare il sistema? La distribuzione Hello, basata su FreeBSD, nasce proprio sulla base di questi propositi e si concentra su tre aspetti chiave: semplicità, eleganza e usabilità.

Hello!

Quando si parla di attirare gli utenti abituati al Mac non si intende prendere un tema simile

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom