Il 4 e 5 novembre scorsi si è svolta la OpenZFS Developer Summit, l’evento dedicato agli sviluppatori della versione libera di ZFS. E da quanto presentato possiamo annunciare qualche novità. Innanzitutto un poco di storia.Il filesystem ZFS è presentato nel 2001 come parte di Solaris da Sun, e fin da subito è considerato uno dei…
Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Nell'ultimo post su Linux Mint vi avevo parlato della decisione del team di sviluppo della distro di introdurre Celluloid e Gnote come sostituti rispettivamente di Xplayer e Tomboy.
A quanto pare però ci sarà un'altra sostituzione. Leggendo la roadmap pubblicata su GitHub è possibile vedere che il team di Linux Mint ha deciso di rimuovere GIMP dalle applicazioni preinstallate con la distro e di introdurre al suo post Drawing.


Drawing è un editor

Leggi il contenuto originale su Marco's Box

Pen drive con Debian Buster Live Custom Persistente Criptata Guida su come creare una chiavetta usb, equipaggiata con Debian Buster, in  modalità Live, con partizione persistente, e boot in  UEFI mode. L’obiettivo è quello di avere una usb bootable con i propri tools preferiti, e che ci permette di navigare in internet in piena sicurezza … Leggi tutto "Pen drive con Debian Buster Live Custom Persistente Criptata"

The post Pen drive con

Leggi il contenuto originale su Edmond's Weblog

Si fa un gran parlare, in questo periodo di pseudo guerra fredda, di come le aziende IT americane debbano comportarsi con i paesi invisi agli Stati Uniti d’America. Molti si stanno interrogando sul tema e recentemente abbiamo parlato di due vicende che riguardano aziende direttamente concorrenti: GitLab ha infatti dovuto gestire una particolare controversia relativa…
Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Il PinePhone smartphone Linux sviluppato da Pine64, sarà pre-ordinabile a partire dal prossimo 15 novembre e lo sviluppatore di KDE Bhushan Shah ha pubblicato su Twitter una foto dello smartphone con a bordo KDE Plasma Mobile. Ecco il suo tweet:

KDE Plasma Mobile è, ad oggi, poco più di un’interfaccia grafica open-source sviluppata

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Ubuntu MATE 19.10

by ice00 on

Ubuntu-MATE Ubuntu è la distribuzione Linux basata su Debian sviluppata da Canonical disponibile gratuitamente (tramite il supporto della comunità) oppure professionalmente a pagamento. Il desktop manager utilizzato è Unity, sviluppato dalla stessa Canonical, ma sono disponibili anche gli altri desktop manager (Gnome, KDE, XFCE…) Ubuntu-MATE è uno spinoff diventato ufficiale e realizzato col desktop MATE. […]

Leggi il contenuto originale su Blog di eeepc901

La stragrande maggioranza degli smartphone al mondo si basa su Android che, vale la pena ricordarlo, deriva da Linux. Se togliamo gli iPhone e pochi altri modelli di nicchia praticamente ogni dispositivo si appoggia all’OS di Google.

La maggior parte di essi è supportata dai produttori solo per pochi anni, spesso quelli non top di gamma ricevono pochissimi aggiornamenti. Se avete nelle vostre tasche un telefono di 3-4 anni fa difficilmente verrà

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Red Hat annuncia RHEL 8.1

by Marco Brigida on

Qualche giorno fa Red Hat ha annunciato la prima minor della versione 8 del suo sistema operativo. La promessa, d’ora in avanti, è la cadenza regolare: una minor ogni sei mesi. Secondo Red Hat infatti, questo tipo di approccio, è fondamentale per i clienti, che necessitano di avere un quadro completo della roadmap di aggiornamento…
Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Canonical ha aggiornato la tabella di marcia per la sua ultima LTS release: Ubuntu 18.04 e annunciato il passaggio da Python 2 a Py 3 per Focal Fossa.

La prossima point release, 18.04.4, arriverà il 6 febbraio 2020 mentre Ubuntu 18.04.5 è atteso per il 6 agosto 2020.

Vi ricordo che Bionic Beaver è stato rilasciato ad aprile 2018 e sarà supportato fino al 2023 ma andrà in EOL nel 2028.

L’ultima point release,

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Google ha scoperto un bug che coinvolge Libarchive, una libreria di de/compressione inclusa di default in tantissime distro GNU/Linux, come Debian, Ubuntu, Gentoo, Arch Linux ma anche in FreeBSD e NetBSD. Libarchive contiene una vulnerabilità che consente l’esecuzione di codice arbitrario.

Tale libreria è presente anche su macOS e Windows ma i sistemi operativi di Apple e Microsoft non sono affetti dal bug.

Linux, e CVE-2019-18408 per Libarchive

Libarchive è una libreria per la

Leggi il contenuto originale su Lffl.org