Varie

Red Hat è una delle aziende più importanti che opera con e per Linux. Giorno dopo giorno la compagnia si assicura che chi sceglie Linux non sia abbandonato a se stesso con l’arrivo di nuove tecnologie, standard e dispositivi. In questi mesi Red Hat ha collaborato attivamente con Dell per far sì che il Dell Canvas sia compatibile con Linux.

Questa è una bella notizia, indipendentemente dall’essere o meno possessori di questo

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Più sottili, più veloci e più potenti che mai. Queste le tre caratteristiche dei nuovi laptop targati Dell e basati su Ubuntu.

Stiamo parlando dei Dell Precision developer editions, una linea comprensiva di 4 modelli: il 3530, il 5530, il 7530 e il 7730. Solo il primo è disponibile per l’acquisto già da oggi. Questa è la quarta generazione di laptop dev-edition, tutti i prodotti hanno Ubuntu pre-installato e la certificazione RHEL.

Dell Precision

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Gli sviluppatori di GNOME Christian Kellner e Thomas Haller sono riusciti a implementare il supporto per Thunderbolt networking in GNOME.

Thunderbolt Networking è un complemento allo standard di interconessione che permette agli utenti di trasferire dati tra diversi computer collegati via cavo emulando una connessione Ethernet.

Il supporto a GNOME è garantito dal kernel Linux 4.15 e permette trasferimento di dati ad altissima velocità. Nonostante l’implementazione lato kernel ci sia da tempo a livello

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Vi avevamo già ragguagliato circa le notizie sul matrimonio LubuntuLXQt. Matrimonio ormai rimandato da troppo tempo ma che ora è finalmente ufficiale. Il team di sviluppo attraverso le parole di Simon Quigley ha infatti ufficializzato l’arrivo di LXQt su Lubuntu 18.10.

Sono ormai tre anni che il team di Lubuntu promette il passaggio di consegne da LXDE a LXQt… ma stavolta è la volta buona.

Perchè LXQt?

LXQt, come saprete, è un ambiente grafico

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Qualche giorno fa vi abbiamo informati circa la decisione da parte dei team di Ubuntu Mate e Budgie di abbandonare il supporto per l’architettura a 32 bit. Prima o poi doveva succedere.

Questa decisione è dovuta al lento ma inesorabile abbandono da parte dei produttori di software (Mozilla supporta solo amd64 a 64 bit, Google Chrome ha abbandonato l’architettura i386 a 32 bit alcuni anni fa, giusto per citare due esempi eclatanti)

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Stando a quanto segnalato dal sito tedesco Heise le CPU Intel sono affette da nuove vulnerabilità che sono state battezzate Spectre Next Generation o Spectre NG. Pare che anche alcune CPU Arm possano essere coinvolte mentre AMD sembra essere salva (almeno per ora).

In realtà non si sa ancora molto, non sono emersi dettagli chiari su queste nuove vulnerabilità anche se è stato riportato che i rischi e gli scenari di attacco

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Gimp (Gnu Image Manipulation Program) è un programma libero di fotoritocco per la rielaborazione di immagini raster e per la grafica web. È un software multi-piattaforma e multilingua. Una nuova development release dell’editor grafico è ufficialmente disponibile per il download. Con questa versione, GIMP 2.10, sono state introdotte diverse novità degne di nota.

Ambisce ad essere una vera alternativa a Photoshop ed è ampiamente usato non solo su GNU/Linux ma anche su

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Vi ho già parlato del team di sviluppatori e hacker noto col nickname fail0verflow che è riuscito a installare Debian su Nintendo Switch. Gli hacker del team hanno sfruttato un exploit di sistema che Nintendo non potrà riparare in alcun modo nemmeno con i prossimi aggiornamenti.

La falla riguardera la boot ROM del SoC Nvidia Tegra X1. Quando la console viene avviata legge ed esegue una parte di codice situata in questa

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Della release di Ubuntu 18.04 LTS abbiamo già parlato ieri. Oggi diamo uno sguardo alle novità introdotte dai principali flavours della distribuzione di Canonical.

Le versioni LTS di Xubuntu, Kubuntu, Ubuntu Budgie e Ubuntu MATE sono ufficialmente disponibili per il download. Cos’hanno di nuovo? Perchè meritano di essere provate?

Kubuntu 18.04 LTS

Il supporto è garantito per tre anni. Kubuntu 18.04 è pensato per chiunque cerchi una distro completa, solida, stabile. Kubuntu è KDE-based

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Martedì vi abbiamo ragguagliato circa le ultime novità riguardanti Project Crostini. Crostini è un progetto di Google che ricorda un po’ il WSL e permetterà di avere le applicazioni GNU/Linux anche su Chrome OS. L’OS di Google diventerebbe molto più appetibile anche per sviluppatori e power-user.

Crostini è la più grossa modifica a Chrome OS dall’avvento delle app Android. L’idea alla base di Chrostini è il concetto di container. In sostanza non

Leggi il contenuto originale su Lffl.org