Raspberry Pi

Buone novelle per i possessori di Raspberry che avranno a disposizione due “nuove” distro per lo loro board: Alpine e Raspbian.

Da oggi la versione 3.8.0 di Alpine supporterà ufficialmente i Raspberry Pi 3 Model B+. Nonostante in passato fosse stato possibile, per qualche tempo, utilizzare Alpine sui Pi 2, questa versione è la prima che ne introduce il supporto e la prima che offre anche un immagine arm64 (aarch64).

Alpine 3.8.0 include

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

La Raspberry Pi Foundation lancia un nuovo modello di Raspberry Pi. Stiamo parlando di Raspberry Pi 3 Model B+, una versione aggiornata della Pi3.

Pi 3 Model B è presente sul mercato da oltre due anni e le vendite hanno superato le tre milioni di unità mentre il numero totale di Raspberry vendute (considerando tutti i modelli) si attesta attorno alle 20 milioni di unità. Per Pi 3 era tempo di un

Leggi il contenuto originale su Lffl.org


The Raspberry Pi Foundation ha annunciato l'arrivo del nuovo Raspberry Pi 3 Model B+, un restyling del precedente modello che ne aumenta la frequenza di clock di picco della CPU. Ecco le caratteristiche:

  • CPU ARM Cortex-A53 quadcore a 1,4GHz 64-bit
  • LAN wireless 802.11ac dual band e Bluetooth 4.2
  • Ethernet più veloce (Gigabit Ethernet su USB 2.0)
  • Supporto Power over Ethernet (con PoE HAT separato)
  • Miglioramento della rete PXE e USB mass-storage booting
  • Migliore gestione termica

Oltre all'incremento di 200 MHz

Leggi il contenuto originale su Marco's Box

Diverse le volte ho desiderato realizzare delle foto utilizzando la tecnica HDR, con una delle mie fotocamere digitali, ma spesso (per velocità e semplicità di realizzazione...) ho optato per l'uso del mio smartphone OnePlus 2, che le realizza automaticamente.

Leggi il contenuto originale su Software Open Sources – Il mondo di Paolettopn

I possessori di una o più Raspberry Pi possono dormire sonni tranquilli…

Durante la settimana, ne abbiamo parlato anche qui su LFFL, sono state scoperte due gravissime falle che colpiscono le CPU prodotte negli ultimi 20 anni da Intel e in misura minore anche da AMD e ARM. Molti analisti considerano Meltdown e Spectre, questo il nome delle due falle, le vulnerabilità più gravi mai scoperte, in quanto colpiscono intere generazioni di

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Il browser Vivaldi arriva ufficialmente sulle schede Raspberry PI.

Vivaldi, per chi non lo sapesse, è un browser web freeware e multipiattaforma prodotto da Vivaldi Technologies, una società fondata dall’ex CEO di Opera Software Jon Stephenson von Tetzchner e Tatsuki Tomita. Vivaldi è stato progettato per gli utenti che cercano la massima personalizzazione e funzionalità avanzate per una navigazione senza compromessi.

Il browser, fork di Chromium, sbarca ufficialmente su Raspberry Pi e altre

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Raspbian OS si aggiorna ed è ora basato su Debian 9 “Stretch”.

Raspbian OS è il famoso sistema operativo debian-based per le note schede Raspberry Pi. Gli sviluppatori della Raspberry Pi Foundation hanno completato il passaggio da Debian 8 “Jessie” a “Stretch”.

Debian 9 “Stretch” è l’ultima versione stabile di Debian che sarà supportata per i prossimi 5 anni grazie al lavoro combinato del Debian Security team e del Debian Long Term Support team.
Debian

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Ubuntu Core supporta ora il Raspberry Pi Compute Module 3.

Ubuntu Core è un sistema pensato da Canonical e basato su Snappy. Particolare versione di Ubuntu dedicata agli sviluppatori, concepita per cloud e IoT. È riconosciut0 dalla Raspberry Pi Foundation come sistema operativo di terze parti.

Da pochi giorni è disponibile anche per il Raspberry Pi Compute Module 3 (CM3), rilasciato lo scorso mese di Gennaio.

Il Raspberry Pi Compute Module 3 è adatto

Leggi il contenuto originale su Lffl.org