Switch hardware e Lockdown Mode: Librem 5 sarà il telefono più sicuro?

Non si può dire che Purism non stia tenendo tutti con il fiato sospeso per il suo Librem5. Tante sono le notizie che l’azienda californiana sta rilasciando nei mesi, e con un rilascio previsto per la seconda metà di quest’anno, tutte queste “indiscrezioni” non possono che alimentare la voglia di provare questo dispositivo quando uscirà. In questi giorni, sul blog dell’azienda stessa, si è parlato di come verrà garantita la sicurezza e la privacy anche per gli utenti più esigenti. Il tutto partendo da ben tre Kill Switch hardware; per chi non li conoscesse, sono interruttori hardware -già presenti su alcuni portatili prodotti dalla stessa Purism- che permettono fisicamente di spegnere chip specifici dei dispositivi interrompendo completamente il flusso di corrente ad essi. Hardware Kill Switrch sui laptop Purism Per lo smartphone di Purism, dicevamo, sono previsti ben 3 switch differente: Fotocamera e Microfono: ancora più importante che sui laptop, Librem5 avrà la possibilità di spegnere definitivamente queste componentiWiFi e Bluetooth: per chi vuole essere isolato da reti dati, sia a lunga che corta portataRete Cellulare: garantirà lo spegnimento del chip di connessione alla rete cellulare Già questi tre sono sicuramente una garanzia in più rispetto alle controparti software normalmente […]

Continue reading

Librem 13 & Librem 15: Purism aggiorna la sua line-up

L’hardware vendor Purism ha annunciato su Twitter l’aggiornamento della propria line-up di computer portatili. Purism, come sapete, è un’azienda nota per la produzione di laptop Linux-based incentrati sulla sicurezza. L’azienda vanta anche una distro GNU/Linux sviluppata ad hoc per i propri portatili: PureOS. E’ arrivato il momento di aggiornare la configurazione hardware dei propri dispositivi: […]

L’articolo Librem 13 & Librem 15: Purism aggiorna la sua line-up sembra essere il primo su Lffl.org.

Continue reading

Librem 5: il 2018 di Purism

E’ passato un altro anno, e del Librem 5 ancora non c’è traccia sul mercato. Vi abbiamo tenuti aggiornati in questi mesi e, nonostante rimanga il ritardo annunciato a Settembre, in questi giorni l’azienda ha pubblicato la lista di quanto fatto nell’anno appena passato. Intanto hanno voluto aggiornare sullo stato di invio dei kit per gli sviluppatori: By now everyone who ordered a dev kit would have received it and are working on the hardware to get it fully enabled from the LCD panel to user-controlled LEDs. Allo stato attuale, tutti quelli che hanno ordinato un kit per lo sviluppatore lo hanno ricevuto e statto lavorando sull’hardware per renderlo totalmente funzionante, dal pannello LCD ai LED controllati dall’utente. Questo sicuramente è un primo segnale che lo sviluppo potrebbe subire un’accelerata, facendoci sperare che, forse, ad Aprile di quest’anno potremmo vedere un prodotto fatto e finito, come previsto dalla stessa Purism. Successivamente, altro passo in avanti riguarda le telefonate; l’applicazione Calls è adesso funzionante, ed il telefono può fare e ricevere chiamate, così come gestire correttamente la riproduzione delle suonerie. Sembrano banalità per un telefono, ma sicuramente è una delle parti di implementazione più complicata. L’applicazione è quindi funzionante e richiede giusto una rivisitazione estetica per essere più comoda su un dispositivo mobile. Altro traguardo è un’ottimizzazione di Libhandy, una libreria sviluppata proprio da Purism, e che estende le GTK+ per […]

Continue reading

Librem 5: disponibili i kit per gli sviluppatori

In settembre Purism aveva annunciato un ritardo di circa 3 mesi sullo sviluppo del loro smartphone libero, Librem 5, a causa di un bug nell’hardware che drenava pesantemente la batteria. Oggi, giusto in tempo per Natale, Purism ha confermato l’inizio delle spedizioni dei kit per gli sviluppatori, con hardware basato su i.MX8M, a chi l’aveva pre-ordinato. Il team, seppur fiducioso, resta cauto ed ammette che la strada da fare è ancora tanta: There is still a lot of work required to make the dev kit truly functional for Librem 5 development, so we need your assistance. The frenetic pace of development continues and it’s astonishing how much we’ve accomplished in the two months since we’ve put the hardware together. But the path is still long and arduous. C’è ancora molto da fare per rendere il kit veramente funzionale per lo sviluppo di Librem 5, abbiamo bisogno del vostro aiuto. Continua a ritmo frenetico lo sviluppo ed è sorprendente quando siamo riusciti a fare nei due mesi in cui abbiamo messo insieme l’hardware. Ma il percorso sarà ancora lungo ed arduo. Altra notizia non proprio entusiasmante: il prezzo. Inizialmente Librem 5 aveva un prezzo di 599 dollari ma con il nuovo […]

Continue reading

Purism Librem Key: anche un token hardware libero

Purism ha una missione: fornire tecnologia il più aperta possibile, con solo software opensource. Questo perché, nella loro visione – che condividiamo -, più il software è verificabile e aperto, più è sicuro. Già realizzato il notebook, e in attesa dello smartphone, è stata annunciata la disponibilità del token hardware: la Librem Key. La realizzazione è stata portata a termine con il produttore Nitrokey, come annunciato qualche tempo fa, usando come base le chiavette che già produce (e che sono anche open hardware). Il formato è quello di una pennetta USB, che include una scheda per la memorizzazione di chiavi RSA a 4096 bit, chiavi OpenGPG e verifica ECC a 512 bit. L’hardware non serve a memorizzare soltanto le chiavi, ma permette anche di generarle: potendola creare in autonomia, non c’è possibilità alcuna che venga intercettata, nemmeno nel caso in cui il computer a cui è collegata fosse stato compromesso con qualche malware. Queste chiavi (soprattuto le OpenGPG) possono essere davvero utili, avendo già da molto tempo uso – sebbene limitato – per autenticazioni SSH o criptazione delle email (con enigmail, per esempio), ma anche per cose più esotiche come la firma dei pacchetti del programmatore manutentore, per certificarne l’autenticità. Fino a qua […]

Continue reading

Librem 5: Purism annuncia ritardi sullo smartphone libero

Stiamo seguendo con molto interesse gli sviluppi del Librem 5, ovvero quello che sarà (quando diverrà disponibile) uno dei primi smartphone basati totalmente software ed hardware libero; Ormai la concorrenza in questo campo non manca, come raccontato in questi giorni a proposito dello ZeroPhone, ma, seppur quest’ultimo abbia un suo appeal, sicuramente da l’idea di essere un prodotto meno finito rispetto a quanto proposto con Librem. In questi giorni, purtroppo, Purism -l’azienda che sta sviluppando questo dispositivo- ha annunciato sul suo blog il ritardo sull’inizio delle spedizioni del dispositivo, spostando la data ad Aprile 2019. Dovremo quindi aspettare ancora per poter mettere le mani sullo smartphone Librem 5. Purism ha però condiviso il motivo di questi 3 mesi di fermo (e dell’allontanamento della data di spedizione): un ritardo nel rilascio degli errata per per l’hardware i.MX8 SoC utilizzato dal dispositivo. È stato infatti scoperto un bug, proprio da Purism durante i test, causa di seri problemi sulla durata della batteria. Il bug è stato segnalato prontamente ad NXP (l’azienda che produce l’hardware in questione) la quale però ha tardato a risolvere il problema. Sono diversi però gli aspetti positivi derivanti da questo ritardo: Si potrà, grazie al lavoro accessorio fatto in questi […]

Continue reading

Ubuntu Touch è morto. Lunga vita ad Ubuntu Touch… in Purism Librem!

Cinque anni fa Canonical ha tentato di entrare nel mercato smartphone con un suo OS, per fare concorrenza ad Apple iOS e Google Android. L’idea era quella di portare Ubuntu su dispositivi mobili, con una versione ad-hoc denominata Ubuntu Touch, ma il progetto non prese mai piede e più di un anno fa Shuttleworth ne annunciò la chiusura. Però nell’ambiente open-source, si sa’, un progetto non è mai veramente morto finché non ci sono più sviluppatori che vi lavorano, tant’è che un recente comunicato di Purism, l’azienda che produce portatili e smartphone pensati per la sicurezza, indica come Ubuntu Touch sarà disponibile sulla linea di telefoni Librem 5. Attualmente sul telefono viene eseguita PureOS, una distribuzione GNU/Linux basata su Debian sviluppata sempre da Purism. La scelta dell’utente in termini di ambiente grafico ad oggi è tra GNOME o KDE Plasma Mobile, ma ecco aggiungersi Ubuntu Touch alla lista delle possibilità. L’idea è venuta alle persone di UBports, un’organizzazione che ha come scopo il supporto ed il mantenimento di Ubuntu Touch, ed al momento hanno preso proprio il Purism Librem 5 come hardware di riferimento. C’è da notare che, nonostante la campagna di funding sia stata un successo, al momento lo […]

Continue reading

Purism, Librem e PureOS per il notebook più sicuro al mondo

Di Purism e dei suoi prodotti abbiamo parlato spesso, soprattutto riguardo a Librem 5, lo smarphone completamente libero (ancora in sviluppo ma già ordinabile). Alcuni si ricorderanno di Librem 15, uno dei primi notebook pensati e proposti appositamente per software opensource nonché realizzato grazie al crowfounding, che (semplificando) vuol dire libere donazioni. Beh, quel progetto è stato portato avanti, tanto da essere disponibile all’acquisto con hardware rinnovato (come CPU Intel i7  di sesta generazione) ed essere disponibile anche in formato 13″ e (in futuro) tablet da 11″. E la novità riguarda proprio questi notebook: in un comunicato di fine febbraio viene annunciato che è stato integrato con successo il firmware Heads nel gestore di avvio coreboot, abilitato ad usare TPM (Truster Platform Module) per le firme crittografiche. Sembra un po’ confuso, vero? Proviamo a metterla così: con questo ultimo pezzo di software ogni passo del processo di boot può essere firmato, dandoci la sicurezza che non sia stato alterato o sostituito con qualcosa di pericoloso a nostra insaputa, ma senza usare software chiuso (e talvota bacato) dell’azienda produttrice della CPU o del chipset (ovvero Intel). Il tutto a vantaggio della personalizzazione e della sicurezza: essendo tutto codice opensource, chiunque – non ci stancheremo mai […]

Continue reading

Purism: “I nostri pc sono i più sicuri al mondo”

Purism, azienda nota per la produzione di laptop Linux-based incentrati sulla sicurezza, ha annunciato di aver implementato il firmware di sicurezza Heads sui suoi notebook basati su corebook e TPM (Trusted Platform Module). Heads è un firmware custom ed open source che garantisce una maggior sicurezza rispetto ai firmware tradizionali. E’ stato sviluppato da ricercatori […]

L’articolo Purism: “I nostri pc sono i più sicuri al mondo” sembra essere il primo su Lffl.org.

Continue reading