Google

Google ha rilasciato martedì l’ultima versione stabile del suo browser web. Chrome 67 porta su Linux, Mac e Windows diverse migliorie.

Big G punta alla realtà virtuale e aumentata, a una maggiore sicurezza e in generale ad una migliore compatibilità con i sensori di vario tipo che vengono installati nei dispositivi dei giorni nostri.

Sono stati corretti ben 34 problemi e sta procedendo al meglio il roll-out di Site Isolation, che aumenta la

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Brutte notizie per le CPU di tutto il mondo, già flagellate dallo scorso dicembre dal problema Meltdown e Spectre. Brutte, ma come abbiamo sempre detto, in qualche modo attese. È infatti recente la notizia, che riporta The Verge, della scoperta da parte di Google e Microsoft di una nuova falla denominata Speculative Store Bypass che nella sostanza ripercorre i tratti di quella speculative execution causa di tutti i grattacapi che stiamo

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Questo mese, stiamo aggiornando le nostre norme sulla privacy per comunicarti più chiaramente quali sono le informazioni che raccogliamo e il motivo per cui lo facciamo. Inoltre, abbiamo provveduto a migliorare il Controllo privacy e altri tipi di controlli offerti per salvaguardare i tuoi dati e tutelare la tua privacy.

Le attuali impostazioni o il modo in cui i tuoi dati verranno trattati non subiranno modifiche. Abbiamo

Leggi il contenuto originale su Software Free & Open Source

Google ha annunciato ufficialmente il supporto alle applicazioni Linux su Chrome OS.
Un terminale Linux su Google Pixelbook

Linux girerà all'interno di una macchina virtuale progettata da zero per i Chromebook. Questo significa che sarà attivabile in pochi secondi e si integrerà completamente con le funzionalità dei Chromebook. Le applicazioni Linux possono essere lanciate direttamente con un clic sull'icona del programma, le finestre potranno essere spostate e i file aperti direttamente dalle applicazioni.

Leggi il contenuto originale su Marco's Box

Di IoT (Internet of things) parliamo spesso e volentieri qui su LFFL. Oggi è una data decisamente importante per questo settore dell’informatica. Google ha rilasciato la versione 1.0 stabile del suo sistema operativo Android Things pensato per muovere i dispositivi smart che costituiranno l’Internet delle cose. Mi riferisco a dispositivi quali televisori, forni, frigoriferi, lampadine, switch, e altro ancora.

“Android Things è il sistema operativo gestito di Google che ti consente di

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Solo poco tempo fa, nel caso che vede Google contrapposta ad Oracle, abbiamo dato la notizia della decisione della corte di ritenere le API di Java sotto copyright, e il loro uso (con reimplementazione su altri sistemi) da parte di Google illegittimo; ora i primi effetti – la paura – di quella sentenza si cominciano a vedere.

Domenica 1 aprile (Pasqua), nella newsletter di Wine, è comparso un messaggio:

Does anyone know exactly

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Google ha rilasciato ufficialmente Chrome 66 per tutte le piattaforme supportate: GNU/Linux, Windows, macOS, Android e iOS.

Le novità introdotte in questa versione riguardano la sicurezza durante la navigazione, ma c’è anche una nuova funzionalità che permette di bloccare la riproduzione automatica dei video con audio (ne parleremo a breve).

Big G ha inoltre esteso il Safe Browsing a WebView su Android. Per chi non lo sapesse ricordo che WebView è il componente

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Che Google abbia sempre qualche cosa in sviluppo, valutazione o sperimentazione è indubbio. Spesso questi progetti sono anche pubblici, ma senza pubblicità che attiri l’attenzione.

Da un paio d’anni ha in sviluppo Fuchsia, un nuovo sistema operativo costruito in casa fin dal kernel, chiamato Zircon. In questi anni ogni tanto è apparso qualche riferimento, ma è rimasto sconosciuto lo scopo, il perché sviluppare un altro sistema operativo. Lo è tutt’ora, ma adesso abbiamo qualche

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Quasi due anni fa parlavamo di questa stessa vicenda, che ormai si trascina da otto anni. E, incredibilmente, non è ancora finita.

L’oggetto del dibattito è il sistema Android, scritto (in gran parte) in Java, grazie alla sua particolarità di generare del codice eseguibile da una grande varietà di dispositivi tramite un programma, la Java Virtual Machine, specifico per il dispositivo. Le specifiche del linguaggio sono libere, ma le implementazioni sono molte; quella di

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Questo articolo non è strettamente legato a Linux e dintorni, però ogni tanto ci piace guardarci intorno e parlarvi anche di quello che succede nel mondo della tecnologia. Sicuramente uno degli argomenti di interesse, ne abbiamo parlato spesso qui su LFFL, è il cloud. Il cloud ormai fa parte della vita di tutti noi e forse, un domani, potrebbe farne parte anche la blockchain. E’ certamente cresciuto esponenzialmente l’interesse verso quest’ultima

Leggi il contenuto originale su Lffl.org