gnome

YouTube Search Provider è una nuova estensione per Gnome Shell che può essere usata per cercare video su YouTube direttamente da Gnome Shell Activities e vederli usando un video player per desktop, come VLC, ad esempio.

L’estensione è utile se si desidera cercare rapidamente i video di YouTube senza aprire un browser Web e riprodurli senza pubblicità, in un lettore video come VLC, SMPlayer, Totem, Miro, Minitube o UMPlayer.

Questo dovrebbe consentirvi di

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Dopo aver ricevuto $1 milione da un anonimo benefattore la GNOME Foundation, popolare organizzazione che sviluppa il desktop environment GNOME, ha annunciato di aver ricevuto una nuova donazione dalla Handshake Decentralized Certificate Authority (HDCA).

HDCA (handshake.org) ha già donato $10.2 milioni a varie organizzazioni e progetti FOSS e tra queste donazioni $300’000 sono finiti alla GNOME Foundation e $100’000 agli sviluppatori di GIMP, creatori del noto software multipiattaforma per l’editing di immagini.

Sono

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Pinguy OS 18.04

by ice00 on

Pinguy OS Pinguy OS è una ditribuzione Linux basata su Ubuntu per i novizi. Utilizza molti miglioramenti all’usabilità, il supporto nativo per i codec multimediali e i plugin, nonchè l’interfaccia grafica GNOME altamente modificata, con menu migliorati, pannellu e  dockbars. Versione 18.04 Questa versione contiene (in Inglese): This is more or less the same as […]

Leggi il contenuto originale su Blog di eeepc901

Le vostre app preferite avranno presto un look-how completamente rinnovato. Gli sviluppatori di GNOME stanno infatti progettando un design tutto nuovo per le icone delle app.

Questa mossa intende migliorare il codebase in modo tale da permettere agli sviluppatori di fornire agli utenti icone di alta-qualità sul desktop environment con minor fatica. GNOME dovrebbe presto sbarcare sul Purism Librem 5 e quindi questo rinnovamento arriva al momento giusto.

Icon Redesign in arrivo

Icone vecchie

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

A Maggio vi abbiamo rivelato che la GNOME Foundation ha annunciato di aver ricevuto oltre $1,000,000 (sì avete letto bene, 1 milione di dollari) da un donatore anonimo. Questi soldi non sono arrivati tutti d’un colpo ma saranno donati un po’ alla volta per i prossimi due anni dalla medesima persona (o azienda).

Le reazioni della community sono state diverse. C’è chi si è detto molto contento: i soldi permettono di realizzare

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

A volte capita di dover registrare quello che avviene sullo schermo. Magari per mostrare a un amico come fare qualcosa. Se la vostra esigenza di screen-recording è estemporanea e non vi interessano particolari funzioni avanzate sappiate che Ubuntu mette a disposizione uno screen recorder semi-nascosto.

Lo screen recorder in questione è parte integrante di GNOME Shell ed è decisamente basilare come funzionalità. Non c’è un app-launcer, non c’è una menù entry e

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Nonostante il largo uso dell’ambiente desktop GNOME su almeno due delle distribuzioni Linux più importanti, Fedora e Ubuntu, GNOME non è mai stato un progetto particolarmente redditizio.

Se andiamo a vedere gli introiti netti (dati dalla differenza tra il ricevuto e lo speso) di fatto negli ultimi anni gli introiti della GNOME Foundation, l’organizzazione no-profit alla base del progetto GNOME, sono andati via via assottigliandosi sempre di più:

  • 2014: $174.484
  • 2015: $151.019
  • 2016: $77.373

Certo, il

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

La GNOME Foundation ha annunciato di aver ricevuto oltre $1,000,000 (sì avete letto bene, 1 milione di dollari) da un donatore anonimo. Questi soldi non sono arrivati tutti d’un colpo ma saranno donati un po’ alla volta per i prossimi due anni dalla medesima persona.

La fondazione si è detta orgogliosa e ha affermato che questi soldi saranno investiti per aumentare il numero di persone al lavoro sul progetto GNOME in modo

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Gli sviluppatori di GNOME Christian Kellner e Thomas Haller sono riusciti a implementare il supporto per Thunderbolt networking in GNOME.

Thunderbolt Networking è un complemento allo standard di interconessione che permette agli utenti di trasferire dati tra diversi computer collegati via cavo emulando una connessione Ethernet.

Il supporto a GNOME è garantito dal kernel Linux 4.15 e permette trasferimento di dati ad altissima velocità. Nonostante l’implementazione lato kernel ci sia da tempo a livello

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Impostare uno sfondo diverso per ogni monitor che utilizzate dovrebbe essere una funzione semplice da implementare… ma GNOME non offre nativamente questa possibilità. Se usi GNOME un modo per avere un wallpaper dedicato per ogni monitor è utilizzare l’applicazione HydraPaper.

Quest’applicazione funziona anche in accoppiata con Nautilus e vi permette di impostare wallpapers diversi per ogni monitor, mantenendo tutte le desktop-icons funzionanti.

 HydraPaper: impostare sfondi diversi su ogni monitor con GNOME

Va detto innanzitutto

Leggi il contenuto originale su Lffl.org