gnome

Fedora 27

by ice00 on

Fedora Fedora è una distribuzione Linux sponsorizzata da Red Hat ma dallo sviluppo open e totalmente collaborativo con l’obiettivo di creare una distribuzione contenente solo software open source e di utilizzo generale. E’ disponibile con diversi desktop manager anche se Gnome è il principale. Versione 27 Questa versione contiene (in Inglese): Fedora Workstation The Workstation […]

Leggi il contenuto originale su Blog di eeepc901

In seguito al passaggio del proprio ambiente grafico da Unity a GNOME all’interno di Ubuntu, cominciano a giungere le prime notizie del concreto impegno che Canonical vuole riversare all’interno della GNOME foundation.

La notizia pubblicata dal sito ufficiale di GNOME riferisce di come Canonical sia entrata a far parte dell’advisory board (ossia il tavolo di consultazione che definisce la strategia e la direzione del progetto stesso) all’interno della GNOME Foundation.

Niente di inaspettato in

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Ubuntu 17.10

by ice00 on

Ubuntu Ubuntu è la distribuzione Linux basata su Debian sviluppata da Canonical disponibile gratuitamente (tramite il supporto della comunità) oppure professionalmente a pagamento. Il desktop manager utilizzato è Unity, sviluppato dalla stessa Canonical, ma sono disponibili anche gli altri desktop manager (Gnome, KDE, XFCE…) Versione 17.10 Questa versione contiene (in Inglese): Codenamed “Artful Aardvark”, Ubuntu […]

Leggi il contenuto originale su Blog di eeepc901

La GNOME Foundation ha annunciato che Canonical è entrata a far parte dell’Advisory board.

Canonical abbraccia Gnome in tutto e per tutto. Dopo la decisione di migrare a GNOME Shell come desktop predefinito di Ubuntu 17.10, ha deciso di diventare un membro del consiglio consultivo della GNOME Foundation.

L’Advisory Board della GNOME Foundation è un organismo il cui scopo è quello di sostenere economicamente e di supportare lo sviluppo di GNOME. E’ formato da

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

Canonical, dopo la decisione di migrare a GNOME Shell come desktop predefinito di Ubuntu 17.10, ha deciso di diventare un membro del consiglio consultivo della GNOME Foundation.

L'Advisory Board della GNOME Foundation è un organismo, formato dalle diverse organizzazioni che fanno parte della GNOME Foundation, il cui scopo è quello di sostenere economicamente e di supportare lo sviluppo di GNOME. Nel consiglio troviamo membri di spicco come Google, la Linux Foundation, la

Leggi il contenuto originale su Marco's Box




La campagna di crowdfunding lanciata da Purism per il suo progetto di smartphone libero e rispettoso della privacy "Librem 5" ha ampiamente superato i 2 milioni di dollari, ben oltre il minimo necessario al suo finanziamento, fissato a 1,5 milioni. Per tenere a freno l'eccesso di entusiasmo dei Linux Boys, sottolineo che i volumi sono davvero modesti, per non dire irrisori, poco più di 3.000 pezzi preordinati. Librem 5 comunque concretizza la

Leggi il contenuto originale su Dario Cavedon (iced)


La settimana scorsa ho avuto l'onore di essere ospitato dagli amici del LUG VI, per una serata sul tema "La svolta del desktop di Ubuntu, la distribuzione Linux più popolare".
Come sapete recentemente Ubuntu - per bocca del suo fondatore Mark Shuttleworth - ha scelto di abbandonare lo sviluppo di Unity, il proprio ambiente desktop, a favore di GNOME Shell, l’interfaccia predefinita di GNOME. Il nuovo volto di Ubuntu sarà visibile fin

Leggi il contenuto originale su Dario Cavedon (iced)

Gli sviluppatori di GNOME non perdono tempo: è già iniziato lo sviluppo di GNOME 3.28.

Ora che GNOME 3.26 ha ricevuto la prima point release, iniziando ad arrivare nei repositories delle principali distribuzioni GNU/Linux, gli sviluppatori hanno spostato l’attenzione sulla prossima major release.

Al via lo sviluppo di GNOME 3.28

Stiamo parlando di GNOME 3.28, prossima versione del popolare desktop environment. Il ciclo di sviluppo inizia ufficialmente la prossima settimana con l’arrivo della prima

Leggi il contenuto originale su Lffl.org

La campagna di Purism ha raggiunto l’obiettivo: lo smartphone Librem 5 sarà presto realtà.

Come saprete se seguite assiduamente LFFL Purism ha annunciato una campagna di finanziamento per la realizzazione di uno smartphone basato su GNU/Linux che rispettasse la privacy degli utenti. L’idea dei crowdfunders consiste nel realizzare uno smartphone il più aperto possibile che garantisca la privacy degli utenti ad un prezzo ragionevole (pari a $599 dollari americani).

Dopo un avvio della

Leggi il contenuto originale su Lffl.org