Matteo Cappadonna

Docker è sulla cresta dell’onda da tanto tempo, troppo tempo perchè passasse inosservato.

E, prima o poi, doveva succedere: sono state rilevate le prime immagini di container contaminate, da software di crypto-mining, direttamente sul Docker Hub, il registry ufficiale e pubblico di Docker.

Il registry è un componente fondamentale in un’infrastruttura a container; è il componente da cui Docker (o sistemi che utilizzano Docker come base, ad esempio Kubernetes) scarica delle immagini di

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

In questi giorni è stato dato l’annuncio del rilascio di KDE Plasma 5.13, che comprende diverse novità interessanti.

Una su tutte, su cui gli stessi sviluppatori puntano molto, è la feature di Plasma Browser Integration: tramite l’uso di questo sistema è possibile integrare i browser Firefox, Chrome e, più in generale, tutti quelli basati su Chromium direttamente con il desktop Plasma. In questo modo avremo integrati nelle barre notifiche non solo indicazioni

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Puppet credo che oramai sia un nome ben conosciuto nel mondo dell’IT. Partito come un progetto per scrivere del codice che sarebbe servito per rilasciare rapidamente nuovi sistemi, si è presto evoluto in un’azienda a se stante, creata nel 2005 ed ancora attiva e vigorosa.

Vi abbiamo già parlato di Puppet in passato e, nonostante il software sia open source, liberamente scaricabile ed installabile, l’azienda Puppet ha prima iniziato a fornirne una

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Recentemente vi abbiamo parlato della possibilità valutata da Google di permettere l’uso di applicazioni native Linux sui suoi Chromebook, e sembra che il discorso sia piaciuto al punto che non solo sta diventando una realtà, ma anche altri produttori di Chromebook stanno iniziando ad implementare questa feature.

Per iniziare ricapitoliamo un attimo: i Chromebook sono dei laptop “a basso costo” (in realtà ci sono versioni che raggiungono prezzi quasi in linea con

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Non è segreto che sotto il cofano delle automobili Tesla, così come in quello di parecchi altri produttori, si celi il nostro amico pinguino, incaricato di parecchie cose, dalla mera gestione dell’infotainment, fino ai display digitali ed HUD.

E l’azienda automobilistica di Elon Musk è già stata redarguita in passato per via del fatto che non rilasciava i sorgenti; nel 2013 la SFC (Software Freedom Conservancy) aveva contattato Tesla per avvisare di

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Nonostante il largo uso dell’ambiente desktop GNOME su almeno due delle distribuzioni Linux più importanti, Fedora e Ubuntu, GNOME non è mai stato un progetto particolarmente redditizio.

Se andiamo a vedere gli introiti netti (dati dalla differenza tra il ricevuto e lo speso) di fatto negli ultimi anni gli introiti della GNOME Foundation, l’organizzazione no-profit alla base del progetto GNOME, sono andati via via assottigliandosi sempre di più:

  • 2014: $174.484
  • 2015: $151.019
  • 2016: $77.373

Certo, il

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Quando si parla di systemd, il sistema di init ideato da Lennart Poettering e diventato oramai il default per le principali distribuzioni Linux, ci si avventura sempre in un campo minato.

Tra i sostenitori ed i detrattori, il rumore è molto alto, ed ognuno mette sul piatto i vantaggi e gli svantaggi di usare un sistema piuttosto che un altro.

Obiettivamente, però, è risaputo che systemd tende a voler fare da padrone il

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Facebook non è nuova, come anche altri big di Internet, a rilasciare applicazioni che ha sviluppato per necessità interne in open source.

Che sia software, o hardware, Facebook sembra sempre molto aperta a rilasciare codice, e ne è dimostrazione il rilascio in questi giorni di Katran, un bilanciatore network da lei sviluppato.

In pratica, come lungamente raccontato nell’articolo di presentazione pubblicato da Facebook stesso, Katran è un bilanciatore layer 4 (nella pila ISO/OSI), ovvero si occupa

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Che vogliate o no, il sistema di versionamento Git è oramai diventato uno standard per la revisione del codice.

Questo sistema è stato creato nel “lontano” 2005 da Linus Torvalds come sostituto del metodo di versionamento proprietario che veniva utilizzato precedentemente dal kernel Linux. E, la sua larga adozione, lo ha reso famoso per essere il software scritto da Torvalds più diffuso in assoluto (ben più dello stesso kernel). Da allora molti

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Recentemente gli amici di Canonical stanno puntando tutto sugli Snap, quei pacchetti che, di fatto, contengono tutto il necessario per l’esecuzione di un dato software, comprese le librerie, e che dovrebbero rendere meno impattante l’aggiornamento di app differenti che utilizzano la stessa “base”.

Che sia per le live patch del Kernel o per la distribuzione di software di utilità, gli Snap oramai sembrano diventare sempre di più la norma per la distribuzione

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!