Marco Bonfiglio

Dal PocketChip al ben conosciuto RaspberryPi, passando per dispositivi come il Librem 5 di Purism, il nostro interesse per tutti i dispositivi piccoli, economici e portatili è sempre stato evidente; ecco perché l’annuncio degli sviluppatori di KDE ci risulta particolarmente… interessante!

Gli sviluppatori KDE già da qualche tempo rilasciano una distribuzione basata su Ubuntu chiamata Neon, nella quale mettono a disposizione gli ultimi rilasci delle loro applicazioni, KDE stesso compreso. Sì, esiste Kubuntu, ma Neon

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Oramai non passa giorno che non si scoprano bug hardware nei processori: sono i più pericolosi, in quanto l’hardware non può essere aggiustato, o comunque in qualche modo cambiato come il software. Questo spiega la curiosità di molti, anche per CPU ormai datate; come quella del ricercatore nella sicurezza Christopher Domas, e che ha raccontato il 9 agosto alla conferenza dei Black Hat di Las Vegas. E di cui ne dà notizia Tom’s Hardware

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Per la stesura dell’articolo ringraziamo Kim ALLAMANDOLA, affezionato lettore che ci ha segnalato la notizia.

Forse è stato uno dei primi esempi di cloud immediatamente riconoscibile da tutti: devi avere dei file tra più computer? Usa Dropbox! La caratteristica di esser stato disponibile velocemente su varie piattaforme e device (da Windows a  Linux, da iOS ad Android) poi lo ha reso un servizio praticamente universale.

Ecco perché il messaggio cheda qualche giorno appare

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Ring è una piattaforma opensource per chat e telefonate (via internet) con una caratteristica principale: decentralizzazione.
Nel network di Ring ogni utente, identificato da un numero esadecimale di 40 caratteri, comunica direttamente (p2p o peer-to-peer -, se preferite) con gli altri, senza usare server centrali. Grazie a tecniche di DHT (distributed hash tables, tabelle di hash distribuite) ogni client è in grado di rintracciare il client richiesto per poter iniziare una conversazione, o riceverne

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Sono passati solo 8 mesi dalla release di LibreOffice 6.0, ma i tempi sono maturi per un piccolo aggiornamento: LibreOffice 6.1.

Come si legge dall’annuncio ufficiale, l’aggiornamento in realtà non è poi così piccolo:

  • Colibre
    un nuovo tema di icone (per Windows) basato sulle linee guida di Microsoft, che renderà più esteticamente appagante l’uso della suite per gli utenti provenienti dall’ambiente Microsoft
  • Rifatta la gestione delle immagini
    caricamenti – notevolmente – più rapidi e morbidi grazie ad

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Neanche ad una settimana dall’inizio del processo di inclusione nel kernel di WireGuard torniamo a parlarne, per due motivi molto diversi: la richiesta di inclusione di una nuova libreria crittografica (che, manco a dirlo, WireGuard usa) e Linus Torvalds.

La libreria è stata chiamata Zinc (i metalli sembrano andare di moda), si professa in realtà qualcosa meno di una libreria ma qualcosa più di un insieme ordinato di file sorgenti, e mira

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!


WireGuard si propone come una soluzione VPN che sia più semplice da usare delle soluzioni tradizionali (come IPSec), ed al contempo – parecchio – più performante di quelle basate su SSL (in particolare OpenVPN). Ecco un video di presentazione, ma più sotto trovate una breve spiegazione del funzionamento (o almeno un tentativo WireGuard verso l’inclusione nel Kernel ).

Come spesso accade, una parte di WireGuard è un modulo specifico del kernel per generare e gestire l’interfaccia di rete da esso

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

A distanza di – poco più – di 6 mesi dalla riunione dei progetti OpenWRT e LEDE, vede la luce la prima release della pacificazione: OpenWRT 18.06.
Questa release dimostra che il progetto è ancora ben pieno di vita, e il lavoro portato avanti è davvero molto.

Non sono ancora disponibili le release notes (note di rilascio) abituali, con riassunti i vari interventi e miglioramenti effettuati, ma la lista di commit del repository git del

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Sono passati pochi mesi dall’ultima volta che abbiamo citato questo progetto. Ed una nuova release, puntuale, è uscita qualche giorno fa, il 23 luglio. Già, perché il team si è imposto un ritmo piuttosto serrato: una nuova release ogni 3 mesi. Proprio per la vicinanza delle date di uscita, il numero e la portata di novità sarà sempre piuttosto limitato, e infatti… abbiamo molto da dire.

Innanzitutto questa è la prima self hosted

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Lubuntu è una delle mille distribuzioni basate su Ubuntu in cui viene usato un DE (Desktop Environment) alternativo: se Kubuntu usa KDE e Xubuntu usa XFCE, Lubuntu usa LXQt (basato – come intuibile – sulle librerie Qt, usate da KDE) o, fino a qualche tempo fa, LXDE  (basato su GTK, le librerie usate da Gnome). Ha la vocazione di richiedere poche risorse, in particolare memoria e CPU, per recuperare vecchi computer che

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!