GNOME: arriva il supporto per Thunderbolt networking

Gli sviluppatori di GNOME Christian Kellner e Thomas Haller sono riusciti a implementare il supporto per Thunderbolt networking in GNOME. Thunderbolt Networking è un complemento allo standard di interconessione che permette agli utenti di trasferire dati tra diversi computer collegati via cavo emulando una connessione Ethernet. Il supporto a GNOME è garantito dal kernel Linux 4.15 […]

L’articolo GNOME: arriva il supporto per Thunderbolt networking sembra essere il primo su Lffl.org.

Continue reading »

Disponibile OpenSUSE Leap 15.0

The openSUSE project ha annunciato il rilascio di openSUSE Leap 15.0. Leap 15.0 si basa su SUSE Linux Enterprise (SLE) 15 ed è la nuova versione stabile con long-term support. “OpenSUSE Leap 15.0 offre agli utenti e ai Vendors tutto il meglio di Suse. Una versione nuove, fresca e altamente stabile con supporto per l’hardware di […]

L’articolo Disponibile OpenSUSE Leap 15.0 sembra essere il primo su Lffl.org.

Continue reading »

Facebook rilascia il bilanciatore Katran in OpenSource

Facebook non è nuova, come anche altri big di Internet, a rilasciare applicazioni che ha sviluppato per necessità interne in open source. Che sia software, o hardware, Facebook sembra sempre molto aperta a rilasciare codice, e ne è dimostrazione il rilascio in questi giorni di Katran, un bilanciatore network da lei sviluppato. In pratica, come lungamente raccontato nell’articolo di presentazione pubblicato da Facebook stesso, Katran è un bilanciatore layer 4 (nella pila ISO/OSI), ovvero si occupa del trasporto operando sui singoli pacchetti (tipicamente TCP), invece che a livello applicativo (layer 7, come HTTP). In parole povere, Facebook ha distribuito in tutto il mondo dei Point of Presence (PoP), ovvero dei proxy che accettano le richieste pubblicando VIP (Virtual IP) differenti per locazioni geografiche, e che distribuiscono il traffico sui server di backend: sono solo questi che si occupano, realmente, di gestire le richieste e rispondere ai client. E fino a qui, nulla di nuovo sotto il sole; ed allora per quale motivo Facebook si è sviluppato un proprio sistema invece di utilizzare uno degli innumerevoli disponibili (sia open source che non)? Beh, probabilmente proprio perché è Facebook, ed il traffico che si trova a gestire è decisamente superiore rispetto a quello di molti […]

Continue reading »

Kali Linux 2018.2

Kali Linux Kali Linux (precedentemente nota come BackTrack) è una distribuzione Linux basata su Debian che contiene una collezione di tools per la sicurezza e l’analisi forense. E’ disponibile anche per architettura ARM, ha 4 desktop manager tra cui sc…

Continue reading »

[GUIDA] HydraPaper: impostare sfondi diversi su ogni monitor con GNOME

Impostare uno sfondo diverso per ogni monitor che utilizzate dovrebbe essere una funzione semplice da implementare… ma GNOME non offre nativamente questa possibilità. Se usi GNOME un modo per avere un wallpaper dedicato per ogni monitor è utilizzare l’applicazione HydraPaper. Quest’applicazione funziona anche in accoppiata con Nautilus e vi permette di impostare wallpapers diversi per […]

L’articolo [GUIDA] HydraPaper: impostare sfondi diversi su ogni monitor con GNOME sembra essere il primo su Lffl.org.

Continue reading »

Ubuntu 18.04: arriva la prima patch del kernel contro Spectre Variante 4

Canonical ha rilasciato un aggiornamento del kernel per Ubuntu 18.04 LTS (Bionic Beaver) andando a patchare la falla di sicurezza emersa un paio di giorni fa e nota come Spectre Variante 4 (Speculative Store Buffer Bypass – SSBB). Il funzionamento della “Variante 4” di Spectre fondamentalmente non vede modifiche rispetto a quello delle vulnerabilità precedenti: […]

L’articolo Ubuntu 18.04: arriva la prima patch del kernel contro Spectre Variante 4 sembra essere il primo su Lffl.org.

Continue reading »

Google e Microsoft scoprono una nuova vulnerabilità nelle CPU e la fix rallenta ulteriormente le macchine

Brutte notizie per le CPU di tutto il mondo, già flagellate dallo scorso dicembre dal problema Meltdown e Spectre. Brutte, ma come abbiamo sempre detto, in qualche modo attese. È infatti recente la notizia, che riporta The Verge, della scoperta da parte di Google e Microsoft di una nuova falla denominata Speculative Store Bypass che nella sostanza ripercorre i tratti di quella speculative execution causa di tutti i grattacapi che stiamo vivendo in questi mesi, eccola spiegata molto chiaramente in questo video: La cosa peggiore è che la soluzione di questo problema una volta applicato al firmware delle CPU ne cala le performance tra il 2 e l’8 percento. Non poco, se sommato a quanto già le CPU sono state rallentate dalle precedenti fix per Spectre. E le grandi aziende cosa fanno nel frattempo? Si va da Microsoft che sta offrendo fino a duecentocinquantamila dollari per la scoperta di bug simili a Meltdown e Spectre fino ad arrivare in qualche modo ad Intel che è al lavoro sulle modifiche alle CPU del futuro, che vedranno la luce alla fine di quest’anno. Il che, se non lo si fosse capito, significa che il tempo delle patch non è affatto finito, tutt’altro: […]

Continue reading »